trattamento per clamidia

Qual è la clamidia?

La clamidia è un'infezione batterica. È una malattia sessualmente trasmissibile e puoi prenderla quando hai rapporti sessuali non protetti con un partner che ce l'ha. È spesso senza sintomi ma può causare complicazioni sia negli uomini che nelle donne. La clamidia è facile da testare e viene trattata con antibiotici.

Quanto è comune la clamidia?

La clamidia è la malattia a trasmissione sessuale più comunemente diagnosticata nel Regno Unito, con oltre 200.000 pazienti positivi ogni anno. I giovani nella fascia di età 15-24 sono particolarmente a rischio, motivo per cui lo screening annuale è consigliato a chiunque sia sessualmente attivo e al di sotto dei 25 anni.

Tuttavia, la clamidia colpisce persone di tutte le età e un recente rapporto della Health Protection Agency ha mostrato che il numero di persone sopra i 50 anni con diagnosi di STI come la clamidia è raddoppiato negli ultimi dieci anni.

Se hai avuto rapporti sessuali non protetti con un partner che potrebbe avere la clamidia devi sottoporti a test.

La clamidia è curabile?

La clamidia viene trattata con un antibiotico azitromicina. Il trattamento con la clamidia uccide i batteri della clamidia ed è altamente efficace.

Quanto dura la clamidia per cancellare?

Può essere necessaria fino a una settimana affinché il trattamento sia efficace. Dovresti evitare di fare sesso durante quel periodo, perché potresti essere ancora contagioso. Se decidi di fare sesso entro meno di una settimana dopo l'assunzione del trattamento, è importante usare un preservativo per proteggere il tuo partner.

La clamidia può tornare?

Entro una settimana dall'assunzione del trattamento, l'infezione dovrebbe essere stata eliminata. La clamidia di solito non ritorna ma se hai rapporti sessuali non protetti puoi contrarre l'infezione. È importante che il tuo partner venga testato e trattato allo stesso modo, per evitare di restituirti l'infezione.

A proposito di azitromicina

Azitromicina 500 mg è un antibiotico che viene usato per curare infezioni causate da batteri, come l'infezione da clamidia a trasmissione sessuale. L'azitromicina funziona uccidendo l'infezione.

L'azitromicina viene assunta in una singola dose, ma rimarrai contagiosa per una settimana dopo averla assunta. Per questo motivo, è importante non fare sesso per sette giorni dopo l'assunzione del farmaco, in modo da non passare la clamidia o essere reinfettati (ad esempio, se il tuo partner ha anche la clamidia).

L'azitromicina non deve essere utilizzata dalle donne in gravidanza.

Informazioni sulla doxiciclina

La doxiciclina è il nostro trattamento raccomandato per la clamidia, sebbene entrambe le opzioni terapeutiche siano efficaci nel chiarire la clamidia. È necessario assumere 100 mg di doxiciclina due volte al giorno per un corso di 7 giorni, prendendo una compressa al mattino e una alla sera. Puoi prendere le compresse con o senza un pasto. È importante che tu segua l'intero corso per eliminare l'infezione.

Qual è la differenza tra azitromicina e doxiciclina?

Entrambi gli antibiotici sono trattamenti altamente efficaci per la clamidia. L'azitromicina viene assunta in dose singola, il che significa che si prendono tutte le compresse contemporaneamente. Il trattamento con doxiciclina consiste in un corso di una settimana, durante il quale è necessario assumere due compresse al giorno.

I sintomi della clamidia - donne

La clamidia è un'infezione trasmessa sessualmente. Il trattamento precoce è fondamentale. Se non trattata, la clamidia può causare infertilità nelle donne. Spesso non ci sono sintomi da clamidia o sintomi così lievi da essere difficili da individuare. Sette su dieci donne con clamidia non notano i sintomi.

Se compaiono i sintomi, di solito è entro tre settimane dall'esposizione.

Questi sintomi includono:

  • secrezioni vaginali eccessive o anormali, di solito lattiginose o di colore giallo; e / o
  • una sensazione di bruciore durante la minzione o la necessità di urinare molto regolarmente.
  • I sintomi a lungo termine includono:

  • sanguinamento o spotting tra i periodi;
  • periodi insolitamente pesanti;
  • sanguinamento o dolore durante il sesso;
  • perdite vaginali insolite;
  • nausea o febbre;
  • dolore alla schiena o addominale; o
  • una sensazione pesante intorno ai fianchi.
  • I sintomi della clamidia - uomini

    La clamidia è un'infezione trasmessa sessualmente. Il trattamento precoce è fondamentale. Spesso non ha sintomi o sintomi così lievi da essere difficili da individuare. Un quarto o la metà di tutti i casi di clamidia maschile passano inosservati, il che è parte del motivo per cui il numero di infezioni è aumentato notevolmente negli ultimi quindici anni.

    A breve termine, se compaiono i sintomi della Chlamydia maschile, di solito entro sette o ventuno giorni di infezione. I primi sintomi possono variare da:

  • una scarica dalla fine del pene che può essere bianca, torbida o acquosa;
  • una sensazione dolorosa, scomoda o bruciore durante la minzione; o
  • testicoli infiammati, teneri o dolorosi (questo disagio può comparire anche nella zona intorno ai testicoli).
  • La clamidia può anche apparire come una infezione alla gola, congiuntivite (negli occhi) e come dolore rettale, secrezione o sanguinamento.

    Chlamydia non trattata - donne

    Nelle donne, se non trattata, la clamidia può portare a parti prematuri, gravidanze extrauterine, aborto spontaneo precoce e infertilità, attraverso:

  • Malattia infiammatoria pelvica (PID) - l'infezione batterica si diffonde dalla cervice di una donna, attraverso l'utero, alle tube di Falloppio e alle ovaie. La PID può causare infertilità, dolore pelvico profondo e aumentare il rischio di gravidanza extrauterina.
  • Bartolinite - una condizione in cui le ghiandole che secernono muco per lubrificare la vagina vengono bloccate e infettate. Ciò può causare l'insorgenza di cisti o ascessi riempiti di pus.
  • Salpingite - un blocco delle tube di Falloppio che impedisce all'uovo di attraversare o entrare nelle tube di Falloppio. Ciò aumenta il rischio di gravidanza extrauterina.
  • Cervicite - una condizione in cui, se non trattata a lungo termine, la cervice si ingrandisce e sviluppa le cisti (che possono essere infettate). La cervicite cronica può causare mal di schiena, dolore pelvico e perdite vaginali persistenti. Durante il parto, la clamidia può anche essere trasmessa dalla madre al bambino, che è quindi a rischio di sviluppare infezioni agli occhi o polmonite.
  • Chlamydia non trattata - uomini

    Negli uomini, se non trattata, la clamidia può causare:

  • infezioni dell'uretra, che possono portare a gravi danni ai reni;
  • un retto infiammato;
  • testicoli infiammati;
  • infiammazione e gonfiore del tubo usato per trasportare e immagazzinare lo sperma, che può portare ad un ascesso e causare infertilità; o
  • artrite reattiva (infiammazione di un'articolazione causata da un'infezione in altre parti del corpo).
  •  
    0/5 (0 votes)
    • Azitromicina - Zithromax Generico

      precauzione più importante per prevenire la reinfezione è evitare il sesso per una settimana dopo il trattamento. Questo per garantire che non si trasmetta l'infezione a un partner, che è probabile che lo rispedisca a te. Se nonostante questa raccomandazione si decide di avere rapporti sessuali entro una settimana di trattamento, è necessario assicurarsi [...]

    • FAQ Clamidia

      donne che sono infettate da clamidia durante la gravidanza rischiano di trasmettere l'infezione al loro bambino durante il parto. La clamidia può causare congiuntivite (clamidia oculare) e condizioni più gravi, come la polmonite nei bambini. L'NHS offre uno screening gratuito della clamidia per le donne incinte per prevenire che l'infezione non venga [...]

    • Trattamento per clamidia

      doxiciclina è il nostro trattamento raccomandato per la clamidia, sebbene entrambe le opzioni terapeutiche siano efficaci nel chiarire la clamidia. È necessario assumere 100 mg di doxiciclina due volte al giorno per un corso di 7 giorni, prendendo una compressa al mattino e una alla sera. Puoi prendere le compresse con o senza un pasto. È importante [...]